rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca San Giovanni Teatino

Incendiano l'auto sbagliata dopo una discussione: denunciati in quattro a Sambuceto

I quattro pensavano che la Fiat 500 fosse dell' uomo con il quale avevano avuto una discussione. Uno di loro è stato arrestato per evasione

Prima hanno prima tentato di incendiare, senza riuscirci, il portone d’ingresso dell’abitazione di un 53enne con il quale avevano avuto un’accesa discussione poi hanno dato alle fiamme una Fiat 500 parcheggiata in strada credendo appartenesse a quest’ultimo.

In realtà però l’auto era di un altro soggetto che si è trovato l’utilitaria completamente distrutta. Sono stati i residenti ad allertare il 112.

I responsabili, quattro pescaresi di età compresa tra i 17 ed i 41 anni, noti alle forze dell’ordine, sono stati denunciati in stato di libertà con l’accusa di danneggiamento seguito da incendio.

I carabinieri della stazione di Sambuceto e dell’Aliquota Radiomobile di Chieti sono riusciti a bloccarli prima che fuggissero. Per domare le fiamme della Fiat 500 è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Durante le procedure di identificazione i carabinieri hanno anche  scoperto che uno dei responsabili, il 41enne, era stato sottoposto alla detenzione domiciliare presso la sua abitazione di Pescara e così lo hanno arrestato con l’accusa di evasione. L’uomo, questa mattina, è stato processato con rito direttissimo presso il Tribunale di Chieti dove il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ne ha disposto la sua custodia cautelare in carcere.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiano l'auto sbagliata dopo una discussione: denunciati in quattro a Sambuceto

ChietiToday è in caricamento