menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la folla nei pressi del nuovo pub (foto Angelo Natelli via Facebook)

la folla nei pressi del nuovo pub (foto Angelo Natelli via Facebook)

Folla incredibile a Santa Maria, benvenuti nel quadrilatero della movida

Aperti due nuovi pub in meno di due settimane, l'ultimo giovedì sera in via degli Agostiniani: si chiama Malto&co e vende anche birre artigianali. Il quartiere Trivigliano si prepara ad essere il re delle serate estive

Bagno di folla ieri sera in via degli Agostiniani per l'inaugurazione di Malto&co, nuovo pub e beer shop aperto da Pierluigi Balbinot e Alex Di Pietro. Il popolo della notte ha accolto benissimo, e non c'erano dubbi, l'arrivo del nuovo locale al centro del quartiere Trivigliano. In centinaia, sin dalle prime ore della serata, si sono riversati lungo i vicoli del centro storico che ieri sera non aveva nulla da invidiare ai fine settimana di corso Manthonè.

In zona negli ultimi tempi sono nati diversi locali per animare le serate teatine. L'ultimo meno di due settimane fa ed è il Glory Days a Porta Pescara, aperto da Stefano Fagnano.

Con i due nuovi pub salgono a sei i locali presenti nel giro di poche decine di metri a Chieti: in principio fu il St. James, l'irish pub aperto nel 2008 in un fondaco accanto all'arco di Porta Pescara, diventato da subito un punto di riferimento per le serate, spesso accompagnate dai concerti live delle cover band; qualche tempo dopo fu la volta del bio-bar Terra Maja, in via Mazzetti, uno dei vicoli di Santa Maria; due anni fa arrivò la Tintoria in via Toppi, seguita, poco dopo, dalla vineria Cueva Brigante, lungo la scalinata di Porta Pescara. E ci sono anche i bar di via Toppi, che spesso restano aperti fino a tardi, come Libero, frequentatissimo dagli universitari, e la caffetteria-pasticceria da Lorenzo che il 28 giugno festeggerà trent'anni di attività.

Senza dimenticare, poco più in là,  in piazza Malta, i due circoli nati un anno fa e aperti la sera: Campare e Mirmidoni. Insomma, Chieti sta cercando davvero di invertire la rotta e le alternative per trascorrere una bella serata in centro storico oggi ci sono.

L'auspicio è che alla luce di queste novità ci sia un aumento di controlli e pulizia: in questo senso i titolari hanno garantito massimo impegno nel far rispettare le regole. E a questo punto, in previsione della fiumana di gente che graviterà in via Toppi nelle sere d'estate, sarebbe il caso che l'amministrazione comunale riprendesse in seria considerazione l'idea di rendere pedonale la zona. Le telecamere per interdire il passaggio delle auto dei non residenti (la zona è una Ztl) sono pronte da due anni ormai, ma non sono mai entrate in funzione.

Intanto questa mattina mattina Confartigianato ha incontrato diversi gestori dei locali del quartiere con i quali ha stilato un elenco di proposte da sottoporre all'attenzione del Comune, tra queste: la sperimentazione di un’isola pedonale serale, nel fine settimana e dopo la chiusura delle attività commerciali della zona, in grado di unire piazza Malta, via Toppi, Porta Pescara e Santa Maria, una pulizia straordinaria delle strade dopo le serate più movimentate e la presenza notturna di carabinieri o poliziotti di quartiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento