menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la cerimonia in l.go Santa Maria

la cerimonia in l.go Santa Maria

Largo Santa Maria alla memoria di Stefania, riconsegnati i lavori

Dopo cinque mesi riconsegnati i lavori, nella nuova piazzetta una targa dedicata alla memoria di Stefania Capodifoglia. Di Primio annuncia il progetto di recupero della ex caserma Pierantoni

Sono stati riconsegnati mercoledì pomeriggio i lavori di via Toppi-Santa Maria. L’intervento di riqualificazione, da molti giudicato non in linea con l’antichità del quartiere, è stato avviato dal Comune lo scorso luglio e si è concluso appena in tempo per poter usufruire del finanziamento complessivo di 400 mila euro di fondi europei.

Con una piccola cerimonia il sindaco Umberto Di Primio, circondato dagli assessori Colantonio e Di Felice e dagli architetti Augusto Capone e  Gianfranco Scatigna, ha salutato i residenti e ha ricordato una ragazza amata da tutti nel quartiere: Stefania Capodifoglia, scout e catechista della parrocchia di Sant’Agostino, scomparsa un anno fa a soli 24 anni. A Stefania è stata dedicata una targa in largo Santa Maria, donata dai cittadini, nel corso di un emozionante momento musicale con tanti palloncini bianchi levati al cielo. “Vogliamo ricordarla qui, dove lei viveva la sua vita da residente e da scout, in un luogo che è diventato più bello e che meglio potrà raccogliere anche il suo spirito” le parole del sindaco ai genitori della giovane. 

A benedire panchine e complementi c’era anche don Michelangelo, il parroco di Sant’Agostino, la chiesa rionale che non è rimasta immune dagli interventi (affidati alla ditta Soccodato srl): sul sagrato sono state inserite, infatti, lastre di porfido e luci led. In via Toppi invece nell’ultima settimana gli operai hanno lavorato senza sosta per sistemare la nuova fontana a bocchette, una panchina bianca e le fioriere. Anche in largo Santa Maria sono comparse alcune panchine e aiuole, mentre il quartiere si è riempito di paletti per agevolare il percorso pedonale. “Ai residenti viene consegnato non solo il recupero di una strada ma di luoghi resi più accoglienti grazie all’inserimento di elementi architettonici e di arredo urbano” ha aggiunto Di Primio. 

Quanto ai parcheggi, spariti sotto casa di tanti residenti, il sindaco ha ricordato del progetto di realizzarne di nuovi su via Ciampoli, anche se molti avrebbero preferito prima i posti auto e poi il restyling.

Don Michelangelo, nel ringraziare l’amministrazione per la considerazione che ha del quartiere, ha chiesto alla stessa maggiore partecipazione alla vita commerciale del rione. Santa Maria è il primo quartiere dove il Comune sperimenterà la videosorveglianza grazie all’istallazione di sette telecamere collegate con la polizia municipale che entreranno in funzione in concomitanza con l’attivazione del regolamento comunale sulle Ztl.

E nel quartiere le novità non sono ancora finite: “Il prossimo 4 gennaio – ha annunciato Di Primio – firmeremo con la regione e l’Adsu un progetto ministeriale che prevede il recupero della ex caserma Pierantoni. Un progetto che, se finanziato, riporterà lo studentato in centro storico. Il bando uscirà a marzo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento