Cronaca Chieti Scalo / Via Pescasseroli

"Ripuliva a sue spese il parco per farci giocare": i ragazzi di Ina Casa ricordano Clelio

Anche il quartiere dello Scalo ha reso omaggio al 59enne teatino scomparso due giorni fa. Questa mattina al SS. Crocifisso i funerali

foto Mauro Paludi

In tanti rendono omaggio a Clelio Spanò, il 59enne teatino scomparso due giorni fa dopo una lunga battaglia contro il cancro. Questa mattina nella chiesa del Santissimo Crocifisso, dove si sono svolti i funerali, l’ultimo abbraccio della sua amata città.

Anche il quartiere Ina Casa lo ha omaggiato con uno striscione di saluto, apparso in via Pescasseroli. “Per molti anni Clelio ha vissuto qui – ricordano - negli anni '90 il quartiere era popolato da più di trenta ragazzini. Lui era quello che ripuliva a sue spese il parco giochi e i campetti di Ina Casa per farci giocare. Quei ragazzini, ormai 30enni, lo vogliono omaggiare così”.

Messaggi di stima e di affetto al “guerriero”, così come veniva soprannominato, sono arrivati anche dallo stadio Angelini dove il feretro di Clelio questa mattina ha sostato. Ad attenderlo c'erano gli Ottantanove Mai Domi che lo hanno accolto con un lunghissimo applauso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ripuliva a sue spese il parco per farci giocare": i ragazzi di Ina Casa ricordano Clelio

ChietiToday è in caricamento