Cronaca Lanciano

“In-formare per integrare”, progetto di recupero per detenuti ed ex detenuti

L'iniziativa è stata presentata stamane a Lanciano. Tutto l'intervento, affidato nello scorso mese di luglio, si concluderà a dicembre 2013. Le esperienze lavorative verranno garantite e tutorate dai partner di progetto che ne hanno assunto la responsabilità

La Fondazione Sviluppo e Competenze ha avuto in affidamento la realizzazione di un intervento integrato per detenuti ed ex detenuti denominato “In-formare per integrare”. Il progetto ha come obiettivo quello di sviluppare percorsi integrati finalizzati all’acquisizione di qualifiche professionali rivolti a persone soggette a restrizione della libertà presso l’Istituto di Pena di Lanciano e all’inserimento lavorativo per i detenuti in regime di esecuzione penale esterna, e per i detenuti in fase di conclusione dei periodo di reclusione, attraverso l’erogazione di servizi di orientamento al lavoro e inserimento in contesti lavorativi in forma di work experience.

L’iniziativa è stata presentata stamane a Lanciano, alla presenza di Silvio Di Lorenzo (Presidente Fondazione Sviluppo e Competenze), Massimo Di Rienzo (Direttore Casa Circondariale Lanciano) e Dora Anna Bendotti (Assessore alle Politiche Sociali Comune di Lanciano). Tutto l’intervento, affidato nello scorso mese di luglio, si concluderà a dicembre 2013.

"In-formare per integrare" prevede le seguenti fasi: Apertura di uno “Sportello Carceri”; Realizzazione di due percorsi formativi: 1. Installatore e manutentore di impianti termoidraulici, a cura dell’Assoc. ENFAP Abruzzo; 2. Disassemblatore meccanico , a cura della Fondazione Sviluppo e Competenze; Attivazione di complessive 9 work experience della durata di 12 mesi. Le esperienze lavorative verranno garantite e tutorate dai partner di progetto che ne hanno assunto la responsabilità: Consorzio IAM, Consorzio CISI, Coop. Voloentieri, Coop Blue Line, Adecco SpA.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“In-formare per integrare”, progetto di recupero per detenuti ed ex detenuti

ChietiToday è in caricamento