Cronaca

Impianto rifiuti Casalincontrada al V.i.a: soddisfatto il Wwf

Il Comitato Valpescara e il Wwf Chieti esprimono soddisfazione per la decisione di sottoporre alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il progetto relativo alla realizzazione di un impianto per il trattamento rifiuti urbani e speciali non pericolosi nel Comune di Casalincontrada, nei pressi di Brecciarola

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il Comitato Valpescara e il WWF Chieti esprimono soddisfazione per la decisione di sottoporre alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il progetto relativo alla realizzazione di un impianto per il trattamento rifiuti urbani e speciali non pericolosi  nel Comune di Casalincontrada, nei pressi di Brecciarola. Contro tale impianto i cittadini dell’area interessata si sono recati tre volte a L’Aquila per manifestare il dissenso relativo a un insediamento fonte di profonde preoccupazioni nei territori di Chieti, Manoppello e Casalincontrada. Nel progetto presentato al pubblico in varie occasioni da Edilizia Colonnetta s.l.r. si parlava solo di trattamento imballaggi, ma a un esame più approfondito si sono evidenziate parecchie questioni sulle quali sono necessari approfondimenti e chiarimenti. Il WWF e il Comitato Valpescara hanno già presentato osservazioni e si riservano ulteriori interventi: il passaggio al comitato VIA, assolutamente necessario, consentirà a tutti i portatori di interesse di intervenire con l’obiettivo di chiarire ogni aspetto dell’opera.

È importante, tra l’altro, che non venga ulteriormente peggiorata la qualità dell’aria in un territorio già a forte rischio, che non venga aumentato il volume di traffico e che, oltre ai pur importanti aspetti occupazionali, si tenga doveroso conto del superiore interesse di salvaguardare la salute dei cittadini delle tre comunità (Brecciarola di Chieti, Manoppello Scalo e la stessa Casalincontrada) loro malgrado coinvolte.

Il Comitato e il WWF continueranno a vigilare anche su tutti gli altri numerosi progetti che riguardano complessivamente la Val Pescara. Benché ci si trovi all’interno di una zona rossa, a massimo rischio, si continuano a ignorare le prescrizioni del Piano Regionale di Tutela della Qualità dell’Aria e si continuano a presentare progetti, in particolare nel settore del trattamento dei rifiuti e produzione di energia, che vanno ben al di là delle necessità dell’intero Abruzzo. Molti di tali progetti vengono localizzati in Val Pescara, spesso nella pressoché totale indifferenza delle amministrazioni locali.

Il Comitato Valpescara e il WWF Chieti chiedono che l’intera questione del trattamento rifiuti e ogni altra filiera potenzialmente inquinante vengano presi in esame soltanto dopo una accurata programmazione basata esclusivamente sulle esigenze regionali.

L’esame del progetto di Casalincontrada presso il Comitato VIA, ottenuto anche grazie alla vastissima partecipazione popolare, è un primo risultato, nella speranza che il rispetto per l’ambiente e la tutela della salute dei cittadini diventino una priorità per tutti, a cominciare da chi amministra la cosa pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto rifiuti Casalincontrada al V.i.a: soddisfatto il Wwf

ChietiToday è in caricamento