menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianti sportivi, Viola: “Le società devono partecipare ai costi di gestione”

L'assessore incontra le società di atletica per trovare una soluzione e stabilire le tariffe da applicare per il futuro. Il palatricalle sarà gestito da Teateservizi

Il Comune chiede il conto alle società di atletica che hanno usufruito dello stadio Angelini e, dopo la piscina comunale, è intenzionato ad affidare a breve la gestione del Palatricalle a Teateservizi.

 “E’ impensabile che per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali non vengano corrisposti i relativi oneri - sottolinea l’assessore allo Sport, Antonio Viola, replicando alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere di opposizione, Alessandro Marzoli - Si tratta di servizi a domanda individuale e, pertanto, è obbligatoria la copertura da parte dell’utente”. Al momento per un’ora sulla pista di atletica si pagano 73 euro.

Viola con il vicesindaco Giuseppe Giampietro oggi incontrerà i rappresentanti delle sette società di atletica leggera che utilizzano lo stadio Angelini per trovare una soluzione. Per l'assessore comunque “non è possibile, né da un punto di vista legislativo né sotto il profilo dell’etica, che i costi di utilizzo degli impianti sportivi debbano ricadere sulle spalle dell’intera collettività. Forse Marzoli – aggiunge - dovrebbe ricordare che fu proprio il centro sinistra, dal 2005 al 2010, a non richiedere il pagamento delle tariffe alle società lasciandole cadere in prescrizione. Oggi i nodi vengono al pettine con le diffide del Comune che, oltre ad essere un atto dovuto, pongono l’Ente al riparo da eventuali azioni da parte della Corte dei Conti. 

Va precisato che le tariffe sono state determinate dall’allora dirigente del settore in base alla stima dei costi di gestione dello Stadio Angelini. Ad ogni modo, desidero ribadire ancora una volta che l’amministrazione comunale tiene particolarmente alle società di atletica, alcune delle quali ormai storico vessillo della città di Chieti, e non vogliamo in alcun modo privarcene. Faremo di tutto per venire loro incontro e per far si che lo sport possa continuare ad essere praticato a Chieti. Ritengo, però, che le società debbano iniziare a considerare la possibilità di associarsi tra loro”.  

Sulla gestione del Palatricalle da affidare a Teateservizi, l’assessore ha aggiunto: “Ritengo che la soluzione migliore, in carenza di fondi e di personale. Su tale possibilità gli uffici sono all’opera per studiare il percorso più corretto”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento