Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Atessa

Immigrati ospiti ad Atessa: cittadini protestano

Il Comitato Atessa agli Atessani in agitazione per l'arrivo dei primi venticinque immigrati al Centro d'accoglienza "Il Mulino"

ATESSA – I primi immigrati sono arrivati al centro di accoglienza di Atessa venerdì mattina verso le 9 in autobus, scortati dalle forze dell’ordine. Si tratta di 25 giovani uomini di nazionalità eritrea. Ad attenderli c’era anche il Comitato Atessa agli Atessani e circa 30 cittadini. “Tra noi, cosa gravissima non vi era il sindaco nè alcun rappresentante del consiglio comunale  - sottolineano dal Comitato -  ed è per questo che noi cittadini ci sentiamo delusi e traditi da chi dovrebbe rappresentarci. Le motivazioni della nostra protesta non somo il colore della pelle o altri banali luoghi comuni, bensì il fatto che qui si parla di pagare il soggiorno a soli giovani uomini, provenienti da aree non in guerra, a spese di uno Stato che non è in grado di sostenere i suoi cittadini in difficoltà.

La politica – aggiungono - quella che ci rappresenta e decide, dinanzi ad una situazione simile avrebbe potuto e dovuto richiedere la possibilità di creare uno SPRAR, così da poter ospitare nella struttura che ora accoglie i primi 25 immigrati, le famiglie e quindi anche donne e bambini che realmente fuggono dalla guerra. Il 2,5 % di queste persone realmente bisognose di aiuto, ogni 1000 abitanti per Atessa non sarebbero state un problema, ma tutti gli atessani sarebbero stati felici di aiutarle”.

Intanto nelle prossime ore ad Atessa è previsto l’arrivo di altri immigrati. Il comitato ha annunciato una protesta alle ore 21  dinanzi il Centro d’accoglienza “Il Mulino”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati ospiti ad Atessa: cittadini protestano

ChietiToday è in caricamento