Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Immigrati a Pietraferrazzana, Forza Nuova protesta

Protesta nel paese a pochi passi dal lago di Bomba dopo aver risposto al bando della Prefettura di Chieti per l’accoglienza di 50 profughi

Forza Nuova torna a scagliarsi contro l'immigrazione. Dopo la risposta al bando della prefettura di Chieti per l'accoglienza di circa 50 profughi in una struttura alberghiera di Pietraferrazzana, a pochi passi dal lago di Bomba, si teme per il futuro del turismo.

"Pietraferrazzana è un paese di 100 abitanti del Medio-Sangro, - dicono dalla federazione Atessa-Sangro-Aventino - un posto stupendo, una località turistica incantevole dove si può trovare di tutto: montagna, boschi, corsi d’acqua, brava gente, tranquillità e pace. Ma questo paesino e tutto il territorio circostante rischiano di essere stravolti dall'arrivo di 50 clandestini, tutti adulti maschi. Come abbiamo già visto per altre località, dove arrivano gli immigrati muore il turismo e sorgono problemi di ordine pubblico, sanitario e sociale. Ricordiamo le rivolte e i blocchi stradali di Torino di Sangro e Palmoli e, di recente, l’allontanamento di due pakistani definiti ‘problematici’ dal centro di accoglienza di Schiavi d’Abruzzo. E c’è un ulteriore rischio, ossia che altre strutture ricettive dell'area abbiano intrapreso lo stesso percorso; se fosse così, il Lago di Bomba diventerebbe un grande campo profughi".

La popolazione ha costituito il “Comitato per la serenità e la tutela del territorio” con cui Forza Nuova ha trovato manforte. "Non si tratta solo di un problema di Pietraferrazzana - aggiungono i militanti - ma di tutto il territorio sangrino, a partire dal comune capofila che è Atessa. Per tale motivo esortiamo i sindaci, i consiglieri comunali e i cittadini dei tanti paesi limitrofi ad unirsi per lavorare insieme affinché desista questo tentativo istituzionale. Ai ‘promotori’ locali e regionali di questo scellerato piano di accoglienza diciamo: troverete la nostra totale opposizione perché le cooperative, le associazioni e gli albergatori devono smetterla di lucrare sull’immigrazione a spese dei cittadini; cittadini già strozzati dal fisco e stremati da una mancanza di sicurezza e serenità che rende impossibile la vita di ogni giorno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati a Pietraferrazzana, Forza Nuova protesta

ChietiToday è in caricamento