rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Lanciano

Idraulico stroncato da malore: indagati sei sanitari, era stato operato al SS. Annunziata

Il 56enne era stato sottoposto a un intervento al cuore tre anni fa. La Procura ha disposto l'autopsia che sarà effettuata giovedì a Fermo

Sarà l'autopsia a fare luce sulle cause dell'improvviso decesso di Umberto Persiani, l'idraulico 56enne di Lanciano stroncato giovedì scorso da un malore. La Procura di Chieti ha indagato sei tra medici e altri sanitari, che lo hanno operato al cuore, per presunte lesioni colpose provocate da responsabilità medica.

Un atto dovuto in vista dell'accertamento tecnico irripetibile che è previsto domani, giovedì 21 luglio, alle 14,30 all'ospedale di Fermo, poiché la salma -come anche nel caso di Annamaria D'Eliseo, la 60enne trovata morta in casa- è risultata positiva al tampone Covid. Questa mattina l'incarico è stato conferito al medico legale Cristian D'Ovidio. I legali della famiglia, gli avvocati Carlo De Benedictis e Sandro Sala, hanno nominato il dottor Raffaele Ciccarese.

Era stata la famiglia dell'artigiano a chiedere, in un esposto, di fare luce sulle cause della morte del proprio congiunto, che era stato operato al cuore nel 2019 all'ospedale di Chieti e si apprestava a sottoporti a un nuovo intervento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idraulico stroncato da malore: indagati sei sanitari, era stato operato al SS. Annunziata

ChietiToday è in caricamento