rotate-mobile
Cronaca

Ancora tensione in aeroporto, turista sale su taxi chietino: gli altri lo accerchiano

Un turista sceso dal volo proveniente da Francoforte è salito sul taxi di un operatore chietino scatenando le ire dei colleghi pescaresi che hanno accerchiato il taxi e impedito l'uscita dallo scalo

Tensione all’aeroporto d’Abruzzo ieri pomeriggio a causa dei taxi. Un turista sceso dal volo proveniente da Francoforte è salito su taxi di Chieti della Cometa scatenando le ire dei tassisti pescaresi che hanno accerchiato il taxi del collega con il turista a bordo, impedendo di fatto l'uscita dallo scalo. C’è voluto l'intervento della Polizia di Frontiera per ristabilire la calma.

L’Uritaxi in una nota sottolinea la gravità dei fatti accaduti nelle ultime settimane in aeroporto, parlando di una brutta figura per Pescara e per l'aeroporto a livello nazionale. Il presidente Abagnale chiede  la sospensione di sessanta giorni del decreto regionale 58 del 2 agosto del 2013, come paventato da alcuni assessori e consiglieri regionali, in mancanza di un accordo fra i Comuni interessati, e annuncia l’intenzione di tornare a protestare in maniera permanente in aeroporto tutti i giorni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora tensione in aeroporto, turista sale su taxi chietino: gli altri lo accerchiano

ChietiToday è in caricamento