Tar respinge il ricorso dei sindaci, guardie mediche soppresse in sei località

Eliminate le postazioni di Celenza sul Trigno, Cupello, Palena, Quadri, San Vito Chietino e Scerni. "Ma abbiamo potenziato la rete dell'emergenza", dice il direttore della Asl Flacco

Il tribunale amministrativo ha respinto il ricorso dei sindaci di Celenza sul Trigno, Cupello e Scerni contro la riduzione delle sedi di guardia medica, decisa dalla Asl Lanciano Vasto Chieti. 

L'azienda sanitaria, in base alle indicazioni contenute nel PIano di rientro della sanità, aveva determinato la rimodulazione delle circoscrizioni di continutià assistenziale. Ma, secondo i giudici amministrativi, che già avevano sospeso l'efficacia del provvedimento in attesa di pronunciarsi nel merito, la riduzione delle guardie mediche è corretta, in base al criterio di calcolo utilizzato. La Asl si era difesa presentando precedenti sentenze del Consiglio di Stato che difendevano il suo operato.  

A questo punto, dunque, diventa ufficiale la soppressione delle postazioni di guardia medica a Celenza sul Trigno, Cupello, Palena, Quadri, San Vito e Scerni. "Non abbiamo voluto penalizzare né i territori né le popolazioni che vi risiedono - motiva la scelta il direttore generale della Asl, Pasquale Flacco - ma abbiamo compiuto scelte ragionate, che coniugano la tutela della salute con gli standard nazionali che prevedono una postazione di guardia medica ogni 3.500 abitanti. La nostra azienda era certamente sovradimensionata, per cui una rimodulazione era assolutamente obbligata, ma ancora prima di porre in atto queste misure ci siamo preoccupati di potenziare la rete dell’emergenza e urgenza, attraverso il raddoppio delle postazioni del 118 e l’acquisto di nuove ambulanze, dotate di attrezzature di avanguardia, come ad esempio gli elettrocardiografi a bordo per l’immediata diagnosi e trattamento dell’infarto. Insomma le garanzie di salute ci sono tutte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le nuove postazioni di 118 sono state istituite a Lama dei Peligni, Torricella Peligna, Castiglione Messer Marino, San Salvo, Villa Santa Maria, Celenza sul Trigno, Carunchio e Torrebruna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

  • Rallentano i decessi: cinque anziani morti nelle ultime ore, uno è di Ortona

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

Torna su
ChietiToday è in caricamento