Cronaca Guardiagrele

Guardiagrele, tentano di rapinare un giovane in centro: due arresti

Hanno fermato un 30enne mentre camminava a piedi da solo e gli hanno intimato di consegnargli il portafogli, poi uno di loro gli ha sferrato un pugno

Hanno tentato di rapinare il portafogli a un uomo di 30 anni che però si è ribellato e li ha costretti a fuggire. L’episodio è avvenuto ieri sera verso le 20,30 a Guardiagrele. Due giovani del posto, un 27enne e un 17enne, sono finiti in manette con le accuse di tentata rapina in concorso e minaccia a pubblico ufficiale.

I carabinieri li hanno rintracciati in paese dopo la chiamata di alcuni passanti al 112 i quali pensavano ci fosse una rissa tra giovani in via Roma. In realtà, come ricostruito successivamente,  i due avevano fermato il 30enne mentre camminava a piedi da solo e gli avevano intimato di consegnargli il portafogli. La vittima però si era opposta vivamente alle loro minacce e il più piccolo dei due arrestati, prima di fuggire a mani vuote, gli ha sferrato un pugno in pieno volto.

Mentre venivano condotti in caserma i due non hanno risparmiato offese e minacce nei confronti dei militari che li accompagnavano: da qui anche l’accusa di minaccia a pubblico ufficiale. Su disposizione dell’autorità giudiziaria il 27enne è stato posto agli arresti domiciliari mentre il minorenne è stato affidato a una comunità educativa di Montesilvano da dove si era allontanato nei giorni scorsi. 

Il 30enne invece è stato accompagnato presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Guardiagrele dove è stato medicato e giudicato guaribile in 5 giorni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardiagrele, tentano di rapinare un giovane in centro: due arresti

ChietiToday è in caricamento