rotate-mobile
Cronaca

LA STORIA I De Matteis ancora in attesa della graduatoria e senza casa

Sfrattati a marzo, si arrangiano come possono con un lavoro precario e due bambini. "I miei figli sono disorientati - racconta Giovanni - e tutti i giorni mi chiedono: papà quando avremo una casa nostra?"

Mentre il Consiglio comunale a Chieti approva la relazione della commissione di indagine sulle procedure di assegnazione degli alloggi popolari c’è chi aspetta ancora la graduatoria, che sarebbe dovuta essere pronta da qualche settimana.

Come la famiglia De Matteis, sfrattata a marzo scorso e costretta a vivere in alloggi di fortuna con due bambini al seguito. Una storia che vi avevamo già raccontato su queste pagine un mese fa. Da allora non è cambiato nulla, se non che nelle ultime settimane ogni venerdì il capofamiglia Giovanni ha sperato fosse quello buono, contattando il dirigente, andando a parlare con l’assessore Marrocco all’ufficio case, ma senza ricevere buone notizie.  

“Della graduatoria non sappiamo ancora nulla – si sfoga su ChietiToday – abbiamo saputo che è stata lavorata dal funzionario all'ufficio casa, venerdì scorso doveva essere ricontrollata dal dirigente ma ci hanno detto che era malato. E intanto  noi continuiamo a vivere nel disagio con  due bambini in mezzo alla strada”.

I De Matteis infatti, da tre mesi si arrangiano tra bed& breakfast e la casa di una famiglia che li ospita, nell’attesa della graduatoria, ma non è facile con un lavoro precario e due bambini. “Facciamo un po’ qua un po’ là come i nomadi, i miei figli sono disorientati: non hanno una loro casa dal 4 di marzo e noi non sappiamo più cosa inventare dietro alla loro ormai quotidiana domanda papà quando avremo una casa nostra?” racconta ancora Giovanni.

“Ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni – continua - chi dovrebbe occuparsi della graduatoria se la sta prendendo con molta calma. E’ una vergogna che dal 17 aprile non hanno ancora avuto il tempo di sistemare la questione delle assegnazioni". E conclude: "Se si continua così ci costringono ad occupare un alloggio abusivamente”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA STORIA I De Matteis ancora in attesa della graduatoria e senza casa

ChietiToday è in caricamento