menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giuseppina Fantasia nominata Cavaliere al Merito della Repubblica

E' priora della Confraternita della Beata Vergine del Carmine di Atessa nonchè Dama dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La cerimonia di consegna è in programma a Chieti il 2 giugno

Con decreto del Presidente della Repubblica, in data 13 gennaio 2017, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, è stata insignita della distinzione onorifica di Cavaliere dell’Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana" la signora Giuseppina Fantasia, cittadina di Atessa che si è distinta nell’ambito del sociale. Un riconoscimento all’impegno profuso per le attività filantropiche e umanitarie rivolte alla comunità e svolte da decenni.

Da alcuni anni, infatti, oltre ad essere la priora della Confraternita della Beata Vergine del Carmine di Atessa, ente ecclesiastico laicale atessano, da tempo è Dama dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, unica istituzione laicale dello Stato del Vaticano a cui è affidato il compito di sopperire alle necessità del Patriarcato Latino di Gerusalemme e di tutte le attività ed iniziative a sostegno della presenza cristiana in Terra Santa: le oblazioni dei suoi membri rappresentano la principale fonte contributiva istituzionale del Patriarcato.

E se la simpatia e la gratitudine da parte dei concittadini non è mai mancata, adesso arriva anche la gratificazione da parte delle istituzioni. Infatti, il presidente della Repubblica Mattarella ha conferito alla signora Giuseppina Fantasia l’ambita onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

La cerimonia di consegna è in programma a Chieti il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica.

L’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, il cui capo è il Presidente della Repubblica, è stato istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178 ed è il primo fra gli Ordini nazionali, destinato a ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento