Cronaca

Giuliano Teatino, nonna Alvina e le sue cinque generazioni

Nel paese delle ultracentenarie la signora Alvina è simbolo di longevità con 5 figli, 12 nipoti, 11 pronipoti e l'ultimo arrivato: il figlio della pronipote

da sinistra: Alvina, la figlia Gabriella, la nipote Annarita, la pronipote Emilia e il figlio della pronipote Riccardo

Saranno forse opera delle succulente ciliegie, ma Giuliano Teatino, oltre ad essere conosciuta a carattere nazionale come il paese delle ultra centenarie, visto che in soli 800 metri, fino a qualche anno fa ne vivevano ben tre, una signora di 109, e un'altra di 105 anni decedute entrambe nel 2013, l'altra, ancora vivente, di ben 106 anni.

Adesso nella gara della longevità, è la volta di Alvina D'Onofrio, (sempre in quei famosi 800 metri) una arzilla signora di 96 anni (legge tanto per tenersi aggiornata, sa anche tanto di attualità, e di sport), che ha dato vita a ben cinque generazioni, costellata dalla nascita di 5 figli (uno deceduto), 12 nipoti, 11 pronipoti e un figlio della pronipote.

Iniziamo dal più piccolo a destra della foto, Riccardo, che è il figlio della pronipote! È la nostra lingua che non ardisce l'uso di un nome preciso per i legami di quinta generazione... solo prefissi moltiplicativi! Quasi a suggellare la specie che si ripete a imporre una necessità di natura. Quindi partendo dalla destra: Riccardo, Emilia, Annarita, Gabriella e la trisavola, Alvina, ci riportano, con i loro nomi a storie di cura e di amore che si affermano dando vita, memoria e senso al cinico tempo della natura!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliano Teatino, nonna Alvina e le sue cinque generazioni

ChietiToday è in caricamento