rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Giro d'Italia San Salvo-Pescara, D'Amico tocca ferro: speriamo che nessuno si faccia male

Per il capogruppo del Pd D'Amico la Regione non ha impegnato alcun centesimo per la manifestazione coinvolge le due province più popolate e rappresentative sul piano socio-economico

Diamo il più affettuoso benvenuto alla carovana rosa del giro ciclistico d’Italia che percorrerà le martoriate strade della nostra provincia per approdare, per l’arrivo di tappa dopo essere partiti da San Salvo, a Pescara”. E’ l’ironico messaggio di Camillo D’Amico, capogruppo del Pd alla provincia, il quale ricorda che da settembre 2012, quando il sindaco di San Salvo sottoscrisse l’accordo con l’organizzazione del giro ciclistico d’Italia, non è stato sfruttato il tempo a disposizione per sistemare e mettere in sicurezza l’intero percorso.

“Il passaggio del giro ciclistico d’Italia – dice ancora D’Amico - è un orgoglio per un territorio, ospitarne un intera tappa è una promozione significativa rappresentando un biglietto da visita da non scialacquare. La situazione della viabilità è il primo presupposto per favorire e velocizzare i collegamenti.

La provincia di Chieti ha conosciuto ritardi enormi nell’utilizzo di somme che aveva e non ha speso e, quelle spendibili anche per sistemare strade percorse dai girini, lo farà solo in estate e fuori tempo massimo. Alla fine ha organizzato il taglio dell’erba, tappato qualche buca e sistemato piccoli tratti pericolosi impegnando solo briciole.

La regione Abruzzo non ha impegnato alcun centesimo eppure la manifestazione coinvolge le due province più popolate e rappresentative sul piano socio–economico.

Chiodi, Di Giuseppantonio, Tavani e soci faranno comunque passerella per catturare qualche buon primo piano da spendere nella prossima campagna elettorale per regionali dell’autunno venturo. Noi proponemmo un buon piano di rattoppi e ci sentimmo rispondere che le strade sarebbero state sicure”. E conclude: “Tocchiamo ferro e speriamo tutto fili liscio per la sicurezza e l’incolumità di tutta la carovana rosa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia San Salvo-Pescara, D'Amico tocca ferro: speriamo che nessuno si faccia male

ChietiToday è in caricamento