Giornata di commozione per Dino Di Michelangelo e le altre vittime di Rigopiano

E’ piena la chiesa di S.Antonio Abate a Chieti, sono le 18.30 di un giorno feriale. Si torna con la mente alla tremenda sciagura, una ferita che porta con sé 29 vittime

E’ piena la chiesa di S.Antonio Abate a Chieti, sono le 18.30 di un giorno feriale. Giovedì 24 maggio c’è la messa per la giornata dedicata ai caduti della polizia di stato, delle altre forze dell’ordine e di ogni sciagura.  

Al termine della cerimonia religiosa arriva un momento di forte commozione, perché si torna con la mente alla tremenda sciagura dell’Hotel Rigopiano del 18 gennaio 2017, una ferita che porta con sé 29 vittime.

Il pensiero, davanti all’altare è per loro, viene consegnata una medaglia d’oro in memoria dell’assistente capo Dino Di Michelangelo, come esempio di dedizione al lavoro e nella vita. Il poliziotto teatino fu estratto per ultimo dalle macerie, perse la vita insieme alla moglie Marina Serraiocco.

Un’altra medaglia d’oro è stata assegnata al comitato vittime di Rigopiano, a ritirarla Nicola Colangeli e Mario Tinari, presente anche il presidente del comitato vittime, Gianluca Tanda, arrivato da Roma.

Video: la consegna delle medaglie d'oro

In chiesa ci sono altri parenti di quelle vittime, un esempio forte di dignità, persone che continuano a testimoniare un dramma che non va dimenticato, mamme, padri, fratelli, sorelli, figli che chiedono giustizia da un processo che deve ancora essere celebrato.

I riconoscimenti sono stati assegnati dall’associazione polizia di stato con il benestare del ministero dell’interno. Nella chiesa di S. Antonio Abate era presente anche una rappresentanza delle guardie d’onore del Pantheon insieme, tra gli altri, al presidente della sezione di Chieti dell’associazione nazionale polizia di stato Giuseppe D’Onofrio e al questore di Chieti Raffaele Palumbo.

C’erano infine loro, gli amici di Dino Di Michelangelo,  il fratello Alessandro che ha ritirato la medaglia in divisa,i genitori, i colleghi venuti da Osimo ed Ancona. Tutti accomunati nella preghiera, forse per cercare di dare un senso a quella maledetta neve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Da innamorato a stalker dopo che lei sposa un altro, "Siamo in due a non vivere più": arrestato

Torna su
ChietiToday è in caricamento