Cronaca

Addio Gino Masciarelli, scultore teatino di fama internazionale - FOTO

L'artista è scomparso improvvisamente lo scorso 5 febbraio a Milano, dove viveva. Ha lasciato diverse opere al museo "Barbella" di Chieti

foto: ginomasciarelli.it

Si è spento Gino Masciarelli, artista di fama internazionale. Era nato a Chieti nel 1940 da una famiglia originaria di San Martino sulla Marrucina. Dopo essersi diplomato all’istituto d’arte “N. da Guardiagrele” si trasferì a Milano poco più che ventenne. 

Masciarelli si è distinto nel panorama artistico quale interprete di uno stile universalmente originale, derivante da una profonda riflessione sui primari dell'arte contemporanea, legando la propria iconografia a segni ancestrali e archetipici immediamente riconoscibili. 

Da sempre ha dedicato grande attenzione al mondo dell’infanzia e della natura, oltre ad animare progetti einiziative culturali quali il Premio Bagutta, storico riferimento della scena letteraria e culturale milanese e l’associazione In-flusso, rivolta a sostenere i talenti emergenti. Negli ultimi anni, ha profuso grande impegno nella creazione del proprio archivio personale, in collaborazione constudiosi e accademici.

Non aveva mai interrotto il legame con la sua città natale, dove rientrava spesso. Ha lasciato diverse opere esposte al museo "Barbella" di Chieti.

Impostosi al grande pubblico per la celebre scultura “Omaggio al Calciatore”, simbolo dei Mondiali Italia 90, è stato anche autore del premio Unesco, del premio per i mondiali di pattinaggio sul ghiaccio e delle bandiere dei Giochi del Mediterraneo. Tra le ultime grandi mostre che hanno riguardato la più recente produzione dell’artista ricordiamo “il Bestiario”, al museo delle Regole di Cortina d’Ampezzo e “Segni Ancestrali”, all’Aurum di Pescara. 

Il Centro Studi Milano ‘900 e l’associazione La Stanza dell’Arte intendono ricordare questo grande artista che ha sempre portato  in alto il nome di Chieti e si uniscono al dolore dei familiari.

“Certi dell'incontro con la bellezza, che per tutta la vita il maestro Gino Masciarelli ha inseguito e condiviso attraverso la sua inesausta opera di ricerca, le nostre associazioni, responsabili dell’archivio personale, intendono ottemperare all'impegno assunto e dar seguito con i prossimi progetti curatoriali a quella volontà di laboratorio permanente così fortemente sentita dall’artista".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Gino Masciarelli, scultore teatino di fama internazionale - FOTO

ChietiToday è in caricamento