Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Ginecologa rifiuta di visitarla in consultorio perchè "troppo grassa": la Asl si scusa

Una mamma di 27 anni aveva denunciato il fatto. Questa mattina è stata visitata da un'altra dottoressa al Consultorio di Chieti

La ginecologa del consultorio di Chieti non l'aveva visitata perchè "troppo grassa" e lei, mortificata, aveva avvertito i carabinieri. E' successo due mattine fa nel presidio della Asl: a denunciare l'accaduto una giovane mamma di 27 anni sulle pagine del Messaggero.

Il personale del Consultorio, dopo essere intervenuto per gestire la situazione, ha provveduto a fissare un nuovo appuntamento alla giovane paziente che questa mattina è stata sottoposta a visita e agli esami strumentali da una ginecologa "strutturata" del Consultorio.

"La paziente - riferiscono dall'unità operativa di Assistenza consultoriale della Asl - è stata presa in carico con la professionalità, la delicatezza e la riservatezza che il nostro servizio garantisce sempre con il proprio personale. Ogni giorno assistiamo con identico atteggiamento tutte le donne che si rivolgono alla nostra struttura, a prescindere da età, condizione sociale, provenienza. Vorremmo rassicurare tutte le donne sulla qualità del servizio offerto e che continueremo a garantire in futuro. Un singolo episodio, del quale ci rammarichiamo e su cui faremo le opportune verifiche e valutazioni, non deve in alcun modo far venire meno la tranquillità e fiducia delle nostre pazienti".

La direzione sanitaria della Asl Lanciano Vasto Chieti ha sollecitato subito una relazione alla responsabile del servizio per accertare come si sono svolti i fatti. Qualora fosse confermata la versione emersa in questi giorni, provvederà ad avviare le procedure sanzionatorie previste dalle leggi.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ginecologa rifiuta di visitarla in consultorio perchè "troppo grassa": la Asl si scusa

ChietiToday è in caricamento