La Giannini replica a Roberta: “I ministri non si vantano”

Continua la querelle sulla fuga dei cervelli. Il ministro dell'Istruzione risponde alla giovane ricercatrice di Arielli

Continua la querelle sulla fuga dei cervelli. Dopo il messaggio ‘virtuale’ di Roberta D’Alessandro, la ricercatrice di Arielli emigrata in Olanda, è arrivata la risposta della ministra dell'Istruzione Stefania Giannini. “Ogni forma di polemica penso sia inutile e sterile quando si parla di ricerca scientifica e di risultati importanti che riguardano la comunità scientifica nazionale" ha detto ai microfoni di Skytg24 la ministra , accusata dalla giovane linguista abruzzese di essersi vantata per un merito, quello di alcuni ricercatori italiani a un bando europeo, a cui l’Italia non ha però contribuito. 

"I ministri non si vantano di alcunché – ha specificato la Giannini  - hanno semmai il dovere, come credo di aver fatto umilmente e gioiosamente, di felicitarsi con tutti i membri della comunità italiana. Ricordo poi che, alla fine, i ricercatori, gli studiosi e gli scienziati non sono, italiani, tedeschi, francesi o americani ma membri di una comunità che per definizione è internazionale. Quindi più cooperazione, più fondi per la ricerca, che è il nostro compito e la nostra responsabilità, e più meccanismi semplici perché - ha concluso - non siamo solo in grado di far rientrare i nostri giovani o meno giovani che sono all'estero per ragioni di studio ma anche di attrarre sempre più e sempre meglio talenti stranieri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto oggi un altro ricercatore è intervenuto nella polemica innescata da Roberta D'Alessandro per schierarsi al fianco della Giannini: Francesco Grillo sul magazine online "InPiù" nel concordare con la sua collega in linea di principio, ha invitato anche a non ignorare alcuni aspetti positivi introdotti dall'attuale ministro, e soprattutto sprona a indirizzare energie, più che a una sterile querelle, verso un atteggiamento propositivo e costruttivo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento