Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Casalanguida

Folle corsa in autostrada fin nel Foggiano dopo aver svaligiato una tabaccheria: pregiudicato in manette

Un 25enne pugliese arrestato dalla polizia stradale, i complici sono riusciti a fuggire. Due poliziotti sono rimasti feriti dopo l'urto

Furto di tabacchi ai danni di un esercizio commerciale a Casalanguida. Gli agenti della sottosezione Polizia Stradale di Vasto sud, al comando dell’ispettore capo Antonio Pietroniro, sono riusciti a intercettare in A14 la Opel Astra su cui viaggiavano i responsabili.

All’alt della polizia, alle 2,30 della scorsa notte, il conducente ha accelerato tentando di speronare le auto di servizio. Tra manovre sulla corsia di emergenza, sorpassi a destra e altri comportamenti pericolosi alla guida, giunti nel territorio del comune di Chieuti (Fg), il conducente del veicolo in fuga, dopo essere stato affiancato da una pattuglia, ha urtato violentemente contro la fiancata destra della stessa terminando la corsa di entrambi contro il guardrail laterale destro.

Nonostante l’urto violento, i tre occupanti dell’Opel Astra hanno tentato nuovamente la fuga a piedi prendendo direzioni diverse. Uno di loro è stato fermato: si tratta di D.R., classe 1992, pregiudicato di Foggia. Tratto in arresto e associato al carcere di Foggia, dovrà rispondere di furto aggravato, resistenza e lesioni, violenza, attentato alla sicurezza dei trasporti e possesso di oggetti atti allo scasso in concorso con gli altri due soggetti da identificare.

A causa dell’impatto i due componenti della pattuglia in servizio hanno riportato lesioni e sono stati trasportati presso l’ospedale civile di Termoli per le cure del caso. Nella vettura usata per derubare l’esercizio commerciale in provincia di Chieti sono stati rinvenuti attrezzi atti allo scasso, guanti, passamontagna e circa 400 pacchetti di sigarette.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle corsa in autostrada fin nel Foggiano dopo aver svaligiato una tabaccheria: pregiudicato in manette

ChietiToday è in caricamento