Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Viale Giovanni Amendola

Furto di rame al nido di viale Amendola, aumentano i colpi in città

Il nido di viale Amendola e gli edifici di proprietà della regione nei pressi della villa comunale hanno subito colpi nei giorni di emergenza neve. L'assessore Colantonio denuncerà tutto alle autorità per trovare i colpevoli

Lo chiamano “oro rosso” ed è uno dei materiali più ambiti dai trafficanti. Il rame è talmente quotato nel mercato internazionale, che i ladri arrivano persino a trafugare quello delle linee ferroviarie. Secondo la polizia di Stato una tonnellata può fruttare fino a 8 mila euro. Oltre ai vantaggi economici ci sono quelli pratici: questo metallo infatti è uno dei migliori conduttori elettrici, è robusto, flessibile, resistente alla corrosione e completamente riciclabile.

Qualità che non sfuggono ai criminali, che in città sono arrivati ad attaccare persino un asilo nido. Lo denuncia l’assessore ai Lavori pubblici, Mario Colantonio, che racconta della razzia “di tutte le componenti dei discendenti pluviali del nido di viale Amendola”. Lo stesso è accaduto negli edifici di proprietà della Regione, tra via della Liberazione e la villa comunale. Un danno non solo economico, considerato che la mancanza dei discendenti pluviali crea danni alle pareti e alle fondamenta degli edifici, perché l’acqua non viene convogliata a dovere.

Colpi ancora più gravi perché messi a segno nei giorni di piena emergenza neve, quando l’intera città era vittima di notevoli disagi e quando molti edifici pubblici hanno subito danni a causa del maltempo. “Su questi episodi – assicura Colantonio – l’amministrazione comunale inoltrerà una dettagliata denuncia alle autorità competenti. Auspico che i responsabili vengano al più presto individuati e che si ponga un argine a questo fenomeno criminale”.

In effetti il furto di rame negli edifici pubblici della città alta non è che l’ultimo di una serie che dura da qualche mese. Lo scorso gennaio un lettore aveva documentato a Chieti Today il furto di un tubo di rame in un autoricambi di via Silvino Olivieri. Lo stesso era accaduto a edifici privati in altre zone del centro città: largo Cremonesi, largo Moricorvo e via Armellini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di rame al nido di viale Amendola, aumentano i colpi in città

ChietiToday è in caricamento