rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Rubate le offerte in memoria del defunto: nuovo spiacevole episodio all’obitorio di Chieti

I parenti hanno sporto denuncia: le banconote rubate dalla cassetta delle offerte al SS. Annunziata. Non è purtroppo la prima volta che accade. Si chiede di potenziare la videosorveglianza

Ladri senza pietà all’obitorio di Chieti: un nuovo spiacevole episodio è stato denunciato questo fine settimana al SS. Annunziata. La sconcertante scoperta è stata fatta dai parenti di un uomo defunto, venerdì scorso all’apertura, quando dalla cassetta sono sparite le offerte raccolte in memoria del congiunto, destinate in beneficenza. 

Chi ha agito non ha avuto pietà nemmeno per la salma, andando a frugare nelle tasche della giacca e del pantalone. Dopo un primo momento di shock, i familiari, già provati dal lutto, hanno deciso di sporgere denuncia presso il posto fisso di polizia.

“Quando siamo arrivati alle 8 del mattino – raccontano – la porta della stanza numero 2 dell’obitorio era socchiusa. Entrati abbiamo notato che il vestito indossato da nostro padre era leggermente in disordine e anche il libricino che era posizionato dentro la bara era stato spostato come a voler cercare qualcosa. Insospettiti e increduli, abbiamo controllato meglio scoprendo che la cassetta con le offerte di parenti e amici recatisi per rendere omaggio al defunto era stata svuotata: dentro c'erano circa 500 euro, cifra stimata. E ancora: una banconota da 50 euro è stata portata via dall’abito di nostro padre che ha subìto una vera e propria perquisizione".

Dalla camera sono spariti soltanto i soldi. A prima vista non sono risultati segni di effrazione sulla porta.

"Le quattro stanze adibite a camere mortuarie sono dotate di una seconda porta che conduce a un corridoio comune a tutte le stanze. Solo questa zona è coperta da telecamere. Quando finalmente siamo riusciti a parlare con gli addetti all’obitorio - riferiscono ancora – gli stessi erano già stati informati dalla ditta di onoranze funebri”.

Dall’ospedale di Chieti hanno confermato che purtroppo episodi spiacevoli di questo tipo si verificano con una certa frequenza, di aver rappresentato la problematica ma che, purtroppo, non si è ancora riusciti a far installare le telecamere di videosorveglianza anche nella zona di ingresso dell'obitorio.

Ora la famiglia chiede che vengano svolti i necessari accertamenti per risalire a chi si è intrufolato senza rispetto nella camera ardente e per evitare che episodi del genere continuino a verificarsi nel momento più doloroso della vita delle persone quale quello del lutto. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubate le offerte in memoria del defunto: nuovo spiacevole episodio all’obitorio di Chieti

ChietiToday è in caricamento