Cronaca Atessa

Trova su internet i pezzi della moto rubata: fissa appuntamento col venditore che viene denunciato

A far scattare l’indagine è stato il proprietario che nei giorni scorsi aveva trovato un annuncio nel quale erano messe in vendita le parti di un telaio di una moto identica a quella che gli avevano rubato. Il giovane denucniato è un albanese che vive ad Atessa

Quelli su internet erano proprio i pezzi del telaio appartenenti alla sua moto, una KTM 450 che gli avevano rubato nel settembre 2011. Stesse identiche modifiche. Allontanato ogni dubbio,  un 31enne di Castel di Sangro, proprietario di quella moto,  decide di rivolgersi ai carabinieri che fanno scattare l’indagine e, su consiglio dei militari, fissa un appuntamento con il venditore in un parcheggio di un centro commerciale di Lanciano.

Questi, un 27enne albanese che vive ad Atessa, dice all’uomo di aver ormai venduto i pezzi messi in vendita sul sito. I carabinieri del NOR di Lanciano vogliono vederci chiaro e decidono ugualmente di approfondire le indagini perquisendo l’abitazione del giovane albanese dalla quale escono fuori così le parti del telaio incriminate.

Per il giovane scatta una denuncia in stato di libertà con l’accusa di ricettazione. Le parti del telaio recuperate sono state sequestrate e poi restituite al 31enne di Castel di Sangro che ormai, dopo  un anno e mezzo, aveva perso le speranze di recuperarle.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova su internet i pezzi della moto rubata: fissa appuntamento col venditore che viene denunciato

ChietiToday è in caricamento