Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Casoli

Rubano ponteggi da impalcatura in un capannone di Casoli: fermata la banda

Una misura cautelare in carcere e due misure cautelari di obbligo di dimora per i responsabili del furto avvenuto a maggio, quando un autista venne arrestato in flagranza di reato

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Lanciano hanno arrestato i complici del furto di ponteggi da impalcatura nel capannone di una ditta di costruzioni a Casoli avvenuto lo scorso mese di maggio, quando venne fermato e tratto in arresto per furto aggravato in concorso l’autista di un tir che venne sorpreso in flagranza.

Ieri mattina all’alba i militari hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip del tribunale di LanciaNo a un uomo di 48 Anni, che è finito in carcere,  e della misura cautelare dell’obbligo di dimora nei confronti degli altri due complici di 32 e 25 anni.

I tre si erano dati alla fuga a bordo di un’Audi A3, poi abbandonata in una stradina sterrata e sequestrata, dopo il furto di materiale edile nella zona industriale di Casoli. In quella circostanza i carabinieri del Norm, unitamente al personale della stazione carabinieri di Casoli, riuscirono a trarre in arresto in flagranza di reato l’autista, dipendente di una società di autotrasporti che, avendo già scaricato la merce trasportata il giorno prima, veniva assoldato e convinto dietro ricompensa in denaro a recarsi con il tir in suo uso presso il capannone in questione dove, una volta caricato, avrebbero indicato il luogo di scarico.

La refurtiva recuperata, del valore di oltre 10 mila euro, venne restituita al legittimo proprietario.

Le successive indagini si sono concluse con l’individuazione di tutti i componenti della banda e l’emissione delle misure cautelari richieste dalla Procura.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano ponteggi da impalcatura in un capannone di Casoli: fermata la banda
ChietiToday è in caricamento