rotate-mobile
Cronaca Torino di Sangro

Vandali alla Lecceta di Torino di Sangro: ladro lascia anche bigliettino di "ringraziamento"

Nella notte tra venerdì e sabato qualcuno è entrato rompendo la porta di ingresso e devastando la struttura all'interno della riserva regionale. Soldi e gelati rubati, danni fino a 3mila euro

Amara sorpresa sabato mattina all'apertura del Centro Visite alla Lecceta di Torino di Sangro. Nella notte qualcuno è entrato rompendo la porta di ingresso e devastando la struttura all'interno della riserva regionale.

Oltre ai soldi in cassa i ladri hanno rubato il microscopio elettronico che i volontari usano per la didattica e portato via anche i gelati e le bevande che il piccolo bar vende. Mozzata anche una tartaruga in legno, simbolo della Lecceta.

"Tra danneggiamenti e furto il danno arrecato si aggira tra i 2mila e i 3mila euro" sottolinea il direttore della riserva, Andrea Rosario Natale.

Oltre al danno, la beffa: sulla scrivania i volontari hanno trovato un biglietto 'di ringraziamento' da parte del presunto ladro nel quale si scusava per quanto messo in atto definendosi "un morto di fame”.

A dicembre scorso Andrea Natale, allora assessore a Fossacesia, subì una intimidazione da parte di persone ad oggi ignote: 29 alberi di ulivo vennero tagliati barbaramente nel terreno di famiglia, caso poi archiviato.Pensare che ci sia un nesso tra questi due tristi episodi non è impossibile.

Passata l'amarezza iniziale, è subito scattata la macchina della solidarietà da parte di associazioni e cittadini per aiutare la struttura fondamentale della riserva sulla costa teatina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali alla Lecceta di Torino di Sangro: ladro lascia anche bigliettino di "ringraziamento"

ChietiToday è in caricamento