Furto alla Erg a San Salvo col mezzo rubato, poi la fuga in autostrada: arresti

Il colpo nella notte alla stazione di servizio: i malviventi avevano rubato un mezzo pesante in un cantiere usandolo come ariete per scardinare la cassaforte del distributore automatico

Avevano rubato un mezzo pesante in un cantiere per poi usarlo come ariete per scardinare la cassaforte di un distributore automatico della Erg a San Salvo, poi la fuga in autostrada e l’arresto da parte dei carabinieri di Vasto. In manette sono finite quattro persone di nazionalità romena, la quinta è riuscita a fuggire, con le accuse di concorso in furto aggravato e danneggiamento.

Come ricostruito dagli uomini dell’Arma, i malviventi, verso le 3 della scorsa notte, dopo essersi introdotti all’interno di un capannone di una ditta di materiali meccanici nella zona industriale di San Salvo, si sono impossessati di un mezzo pesante utilizzato per il trasporto di materiale meccanico e di una Fiat Panda di proprietà dell’azienda che, al momento, era sprovvista di targhe perché ancora da immatricolare.

Subito dopo hanno raggiunto l’area di servizio Erg poco distante e, dopo aver scardinato dall’asfalto la colonnina contenente il denaro del distributore automatico di carburanti, l’hanno caricata a bordo. Dopo aver percorso circa un chilometro e mezzo di strada, si sono fermati per svuotare la cassaforte e, una volta in possesso del denaro, hanno abbandonato i mezzi per raggiungere, a piedi, l’autostrada A14 poco distante.

L’allarme scattato nell’area di servizio ha però subito innescato l’intervento dei carabinieri che, giunti sul posto, in pochi istanti, hanno ricostruito l’accaduto e si sono messi sulle tracce dei malviventi riuscendo a individuarli nei pressi dell’autostrada.

Alla vista dei militari i malviventi, in tutta fretta, hanno tagliato la recinzione metallica che impedisce l’accesso diretto sulla A14, hanno attraversato la corsia in direzione sud e, una volta scavalcato il guardrail ed entrati nella corsia in direzione nord, sono saliti a bordo di una Lancia Lybra nera che li attendeva con un complice alla guida. Nel frattempo una pattuglia della sottosezione della polizia stradale di Pescara Nord ha intercettato immediatamente la Lancia Lybra inseguendola fino all’altezza di Val Vibrata, dove è riuscita a bloccarla.

Durante la fuga in autostrada i ladri hanno provato a disfarsi del bottino, di circa 4mila euro, ma è stato subito recuperato da un’altra volante della polizia stradale sopraggiunta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • La migliore pizzeria delivery di Chieti è Fermenta: il punto di vista del titolare Luca Cornacchia

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

Torna su
ChietiToday è in caricamento