Si intrufola nel capannone della ditta di infissi per rubare: denunciato dalla polizia

L’amministratrice della ditta, insospettita dai rumori provenienti dal deposito, ha chiesto aiuto. Così un 55enne vastese è stato denunciato per tentato furto aggravato

La Polizia di Stato ha denunciato a piede libero S.T., 55enne pregiudicato vastese, responsabile del reato di tentato furto aggravato.

I fatti ieri quando, dopo una telefonata dell'amministratrice della ditta Eco servizi srl a Vasto al 113 a causa di rumori sospetti provenienti dal capannone di proprietà, il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Vasto è intervenuto nel deposito incustodito.

Gli operatori, attraverso una porta chiusa con un lucchetto, sono entrati all’interno del magazzino sorprendendo il ladro con in mano un martello. Dentro c'erano materiale ferroso e di alluminio sparso ovunque, insieme a macchinari in disuso e a cassoni di ferro accatastati l’uno sull’altro dinanzi al portone d’ingresso.

Grazie ad uno spazio lasciato aperto l’uomo si era introdotto all’interno del deposito con l’intento di asportare del materiale. S.T. è statao identificato e denunciato a piede libero per tentato furto aggravato.

Potrebbe interessarti

  • Doppio intervento per salvare la vita a una mamma e alla sua bimba

  • All'ospedale di Chieti apre il servizio psichiatrico di diagnosi e cura

  • Aperitivo a Chieti: 6 locali da non perdere

  • Lotta tumore al seno: attivato il progetto di prevenzione gratuita a Chieti

I più letti della settimana

  • Valeria Marini non resiste al fascino della Costa dei trabocchi: "Sembra di stare in un film"

  • Evade oltre 700mila euro: sequestrati conti correnti e villa al titolare di azienda vitivinicola

  • Caldo killer, malore sulla spiaggia a Ortona: muore a 50 anni

  • Ponti e festività da record nel prossimo anno scolastico: ecco quando si torna sui banchi

  • Bucchianico, incidente in moto: muore giovane centauro

  • Precipita da un ponteggio per oltre 2 metri e batte la testa: è grave

Torna su
ChietiToday è in caricamento