Cronaca

Ladri in trasferta sulla costa teatina, provano a rubare 80mila euro dal bancomat ma vengono arrestati [FOTO]

La polizia ha arrestato in flagranza due romani a Fossacesia Marina dopo il tentato furto aggravato ai danni dello sportello Atm di una banca

In trasferta sulla costa teatina per compiere furti: nel pomeriggio di ieri la polizia di Chieti ha arrestato in flagranza di reato due romani di 62 e 58 anni, già noti alle forze dell’ordine, mentre tentavano di derubare lo sportello Atm di una banca sul lungomare di Fossacesia.

Gli agenti, sul posto nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati predisposti per la stagione estiva dal questore di Chieti, avevano notato un uomo a bordo di un’auto di pregio, che ogni tanto scendeva, saliva sul vicino muretto e osservava a distanza la zona dello sportello bancomat, con in tasca una radio ricetrasmittente. Dopo aver fermato e sottoposto a controllo l’uomo, con precedenti per reati in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio, procedevano ad un controllo dello sportello bancomat.

Qui, dalla relativa porta a vetri, verificavano che all’interno dell’area dedicata ai prelievi non c’era nessuno, ma si udivano ripetuti rumori, anche di trapano, provenienti dai locali tecnici retrostanti dai quali si accede attraverso una porta allarmata che conduce al vano dove è allocata la cassaforte del bancomat. E infatti, dopo circa 40 minuti, dalla porta del locale usciva un uomo, madido di sudore, con uno zaino sulla spalla: quando è stato bloccato -  anch’egli risultato con alle spalle reati contro il patrimonio, all’interno dello zaino aveva numerosi arnesi atti allo scasso e sofisticata apparecchiatura elettronica idonea all’apertura di porte allarmate e casseforti.

I due sono stati tratti in arresto per tentato furto aggravato: nel rito direttissimo fissato per la mattinata odierna innanzi al tribunale di Lanciano, sono stati condannati rispettivamente 5 anni di reclusione e 3 anni e 6 mesi. Nei loro confronti il questore Annino Gargano ha inoltre emesso la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Fossacesia per 3 anni.

Come ricostruito dagli agenti, il furto ai danni del bancomat di Fossacesia non è stato portato a termine, nonostante la presenza di oltre 80mila euro all’interno della cassaforte, a causa di un “inconveniente tecnico”: uno dei due malviventi, dopo essere riuscito ad aprire la porta allarmata che conduce al locale tecnico e successivamente a realizzare l’effrazione sulla cassaforte, non era tuttavia riuscito nell’apertura della stessa.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri in trasferta sulla costa teatina, provano a rubare 80mila euro dal bancomat ma vengono arrestati [FOTO]

ChietiToday è in caricamento