Cronaca

Furti nelle abitazioni del frentano: un arresto e un ricercato

La stradale ha arrestato un cittadino romeno autore di alcuni furti verificatisi a Lanciano e Fossacesia negli ultimi mesi. Ricercato il complice: sarebbe fuggito in Romania

Scoperti gli autori dei circa dieci furti messi a segno negli ultimi mesi a Fossacesia, contrada Torre Marino a Lanciano e in Val di Sangro.

Si tratta di un cittadino romeno di 28 anni, DLA, arrestato dagli agenti della polizia stradale di Lanciano e di un connazionale, al momento ricercato. Quest’ultimo sarebbe fuggito in Romania, su di lui ora pende un mandato di cattura internazionale.

I due sono indagati insieme ad altre 3 persone dalla Procura di Lanciano per i reati di rapina e furto in abitazione commessi nell'area frentana tra il marzo e maggio scorsi e nel periodo che va dal 2 settembre al 10 ottobre. Le indagini sono state condotte dalla polizia stradale della provincia di Chieti e coordinata dal sostituto procuratore del Tribunale di Lanciano, Ruggero Dicuonzo.

Il 28enne è stato arrestato la scorsa notte in una casa di Altino dove era ospitato da connazionali “che ne ignoravano l'attività criminale”, come ha riferito il comandante della stradale di Lanciano, Renano Menna. I furti, che avevano creato particolare allarme tra la cittadinanza, venivano eseguiti di notte, dopo che i ladri avevano fatto dei sopralluoghi. Gli stessi non risiedevano stabilmente nell’area frentana, che raggiungevano velocemente dall'hinterland romano a bordo di auto di grossa cilindrata.

Oltre che per furto, l’arrestato è anche accusato anche di rapina impropria perché durante un furto portato a termine in via Tinari a Lanciano nella notte del 6 settembre scorso, ha avuto una colluttazione con il proprietario. In quell'occasione i malviventi riuscirono a portare via dall'abitazione oro per un valore complessivo di 70 mila euro, refurtiva che gli inquirenti non sono riusciti a recuperare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nelle abitazioni del frentano: un arresto e un ricercato

ChietiToday è in caricamento