Cronaca Centro / Via della Liberazione

Villa Pini: rubato 1 milione di beni e preziosi sequestrati ad Angelini

Colpo nel deposito di via della Liberazione scoperto dal custode: i ladri hanno manomesso il sistema d'allarme per portare via quadri, preziosi e mobili. Beni che sarebbero serviti a risarcire i creditori del gruppo

Beni per il valore di 1 milione di euro sono stati rubati in via della Liberazione dal deposito di Vincenzo Angelini, l’ex patron del gruppo Villa Pini. Gli erano stati sequestrati quasi 3 anni fa.

Il furto è stato scoperto dal custode, arrivato in via della Liberazione per un nuovo inventario. Nessun segno di scasso: i ladri avrebbero danneggiato il sistema d’allarme per portare via quadri, mobili e preziosi senza essere notati.

Gli oggetti rubati erano nel deposito, sotto curatela fallimentare, dal giorno del crac del gruppo, a febbraio 2010: erano all'asta insieme a molti altri già esposti. Proprio per quel fallimento sono imputati a Chieti Angelini, la moglie Annamaria Sollecito, la figlia Chiara e i componenti del collegio dei revisori di conti.

Sul colpo indaga la polizia di Chieti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Pini: rubato 1 milione di beni e preziosi sequestrati ad Angelini

ChietiToday è in caricamento