Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Cerca di rubare dalle auto in sosta con il figlio minorenne, ma non poteva uscire dalla sua provincia: arrestato

Un 47enne di Pescara è stato beccato a Francavilla grazie alla segnalazione di un gruppo di ciclisti, che lo aveva sorpreso mentre tentava di scassinare lo sportello di una macchina

Cercava di rubare nelle auto in sosta accompagnato dal figlio minorenne e, oltretutto, non si sarebbe dovuto trovare a Francavilla al Mare, perché aveva il divieto di uscire dalla provincia di Pescara. Per questo un 47enne residente nella città adriatica è finito in manette e resterà in carcere un bel po': deve infatti scontare più di quattro anni per pene concorrenti. 

L'uomo era stato notato alcuni giorni prima sul lungomare Tosti da alcuni ciclista. Era accovacciato vicino a un'auto in sosta, insieme a un'altra persona e stava cercando di scassinare la portiera.  

Dopo essere stati scoperti dal gruppo di sportivi, i due si erano dileguati a bordo di un’autovettura in direzione Pescara. Fortunatamente, però, i ciclisti erano riusciti ad annotare marca, modello e numero di targa della vettura in fuga.

Le informazioni sono state immediatamente riferite a una pattuglia della stazione carabinieri di Francavilla al Mare che casualmente passava di lì ed è così scattato un controllo a tappeto nelle vie circostanti per trovare i due.

La macchina è stata individuata in località Postilli, ma il conducente ha cercato di fare inversione per evitare il controllo, fortunatamente fallita senza conseguenze per gli altri automobilisti. Un tentativo vano, perché i carabinieri sono riusciti a fermarlo. 

Alla guida c’era un 47enne residente a Pescara, sul lato passeggero invece c'era il figlio minore. Nell’auto i militari hanno trovato anche gli attrezzi da scasso utilizzati poco prima.

Dall’accertamento in banca dati, inoltre, è emerso che l’uomo, oltre a numerosi precedenti di polizia, aveva all’attivo anche un affidamento in prova con divieto di uscire dalla provincia di Pescara. 

Dopo aver letto l’informativa dei carabinieri, l’ufficio di sorveglianza di Pescara ha deciso di emanare un ordine di carcerazione a carico dell’uomo a cui è stato notificato dai carabinieri della Stazione di Francavilla al mare e per il quale dovrà scontare più di quattro anni per pene concorrenti.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di rubare dalle auto in sosta con il figlio minorenne, ma non poteva uscire dalla sua provincia: arrestato

ChietiToday è in caricamento