Cronaca Ortona

Prova a darsi fuoco all'interno della sua auto: i carabinieri lo salvano un attimo prima dell'esplosione

L'episodio si è verificato a Ortona e ora l'uomo, un 69enne della provincia di Foggia è ricoverato in condizioni serie all'ospedale di Chieti

Sarebbe passato qualche minuto in più perchè si consumasse il dramma. Ieri a Ortona un uomo di 69 anni originario di Foggia ha tentato di darsi fuoco all'interno della sua automobile.

La cronaca della vicenda ha inizio poco dopo le 16 quando un uomo e un ragazzo residenti nella perferia ortonese notano il 69enne 

Nel frattempo arrivano anche i Vigili del Fuoco di Ortona che spengono le fiamme e il 118 che soccorre il malcapitato. Le sue condizioni sono gravi per l’intossicazione da monossido di carbonio compiere atti di autolesionismo urlando di volersi suicidare. I due ortonesi chiedono subito l’aiuto dei carabinieri.

L’uomo in un primo momento sembra calmarsi ma improvvisamente sale sulla sua macchina e si avvia lungo una via di campagna. I carabinieri di Ortona proseguono nella stessa direzione presa dallo sconosciuto. Quando però raggiungono la sua macchina la scena che si presenta è assai grave: l’uomo è svenuto al suo interno, l’abitacolo è già saturo di fumo e si vedono delle fiamme. Non c’è un attimo da perdere: uno dei militari sradica un paletto di cemento e rompe il finestrino lato guida ed insieme, i carabinieri e il ragazzo che ha chiamato i soccorsi, estraggono l’uomo ancora vivo, ma incosciente.

Provvidenziale è stata la rapidità dell’azione perché, pochi attimi dopo, la valvola di sicurezza dell’impianto di Gpl della piccola Fiat Panda non regge e la macchina viene completamente avvolta dalle fiamme che la distruggono in pochi minuti.

Nel frattempo arrivano anche i vigili del fuoco di Ortona che spengono le fiamme e il 118 che soccorre il malcapitato. Le sue condizioni sono gravi per l’intossicazione da monossido di carbonio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prova a darsi fuoco all'interno della sua auto: i carabinieri lo salvano un attimo prima dell'esplosione

ChietiToday è in caricamento