Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Funerali del poliziotto morto sulla A14: "E' stato un uomo semplice"

Il comandante regionale della polizia stradale, Piero Caramelli, durante il rito ha elogiato Zanella "che non si è risparmiato per dare la sua vita senza pensarci due volte"

Funerali solenni ieri a Vasto, nella chiesa di San Paolo, per l'assistente capo della polizia Stradale Maurizio Zanella, investito il 30 agosto da un veicolo mentre stava segnalando una situazione di pericolo lungo l'autostrada A14. Il rito funebre è stato officiato dal parroco don Gianni Sciorra, che ha portato il saluto dell'arcivescovo di Chieti-Vasto, Bruno Forte, per un marito e padre di due figli che ha perso la vita per servizio.

In rappresentanza del capo della polizia, Antonio Manganelli, era presente il prefetto Santi Giuffré, direttore centrale delle Specialità della Polizia di Stato. Tra le altre autorità, i prefetti di Chieti e Pescara, Fulvio Rocco De Marinis e Vincenzo D'Antuono, il questore di Chieti, Orazio D'Anna, oltre ai massimi vertici provinciali delle altre forze dell'ordine.

Dal pulpito il saluto del comandante regionale della polizia stradale, Piero Caramelli, che ha evidenziato come Zanella abbia donato la sua vita agli altri impedendo che ci potessero essere conseguenze più gravi in autostrada a causa del fumo di un incendio. "Zanella è stato un uomo semplice - ha detto Caramelli - che non si è risparmiato per dare la sua vita senza pensarci due volte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funerali del poliziotto morto sulla A14: "E' stato un uomo semplice"

ChietiToday è in caricamento