Nella chiesa di San Pietro l'ultimo saluto a Marco Cialfi, il giovane morto in Molise

La salma è stata restituita alla famiglia e la camera ardente allestita da oggi pomeriggio nella chiesa del quartiere Cappuccini

Foto da Facebook

Un mesto via via di giovani, dal tardo pomeriggio, nella chiesa di San Pietro, a Lanciano, per dare l'ultimo saluto a Marco Cialfi, il giovane di 29 anni morto ieri in un incidente stradale a Termoli (Campobasso).

Questa mattina è stata eseguita l'ispezione cadaverica e poi la salma è stata restituita alla famiglia. Nel pomeriggio, Marco è tornato nella sua Lanciano, che si è stretta intorno ai genitori e ai fratelli Davide e Fabrizio. 

Nella chiesa di San Pietro, la salma resterà fino a domani pomeriggio, alle ore 15.30, quando sarà celebrato il funerale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manifesto Marco Cialfi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento