Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

In punizione, minorenne scappa di casa a Vasto: lo ritrovano sul tetto

Il ragazzino si era nascosto sul tetto di un centro commerciale a 30 chilometri da casa, in Molise. Era fuggito con una coperta dopo un litigio con la madre

La madre gli aveva proibito l'uso del computer e lui ha risposto andato via di casa. Poteva finire peggio la fuga di un minorenne di Vasto, trovato dopo 24 ore grazie all'astuzia e al lavoro del dirigente del commissariato Cesare Ciammaichella e dei volontari della Protezione Civile. Il ragazzino era nascosto sul tetto di un centro commerciale a 30 chilometri da casa, in Molise.

LA FUGA - Il minore, figlio di genitori separati, era scomparso da casa nel cuore della notte: ha atteso che la madre e il compagno andassero a letto per uscire via, portando con sè una coperta. Secondo quanto riferito dal commissariato ha chiesto un passaggio in automobile fino al centro commerciale dove ha trascorso tutto il tempo.

La madre si è accorta della scomparsa solo la mattina seguente, al risveglio. Disperata, ha quindi allertato le forze dell'ordine le quali, grazie ai contatti telefonici del giovanissimo, sono riuscite a risalire alla sua passione per i centri commerciali. Così, pensando che potesse avere scelto uno di questi edifici per accamparsi, hanno cominciato a setacciare tutti quelli presenti nei dintorni. Quando finalmente lo hanno rintracciato, sul fabbricato a 30 chilometri di distanza, il ragazzino era intirizzito ma in buone condizioni e solo dopo un bel po' il dirigente del commissariato, con tanta pazienza, è riuscito a convincerlo a scendere. Il caso è stato segnalato ai servizi sociali ela tribunale per i minori dell'Aquila.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In punizione, minorenne scappa di casa a Vasto: lo ritrovano sul tetto

ChietiToday è in caricamento