menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aziende svuotate dei patrimoni, in 17 a processo per frode fiscale e bancarotta fraudolenta

Rinvio a giudizio per l'imprenditore di Montesilvano Mauro Mattucci e altri 16 indagati. Secondo l'accusa l'organizzazione, che aveva sede a Chieti Scalo, acquisiva aziende quando erano decotte e, una volta svuotate dei patrimoni, le vendeva a prestanome compiacenti e le trasferiva all'estero

Diciassette persone sono state rinviate a giudizio ieri dal gup del tribunale di Chieti nell’ambito di un procedimento per associazione a delinquere finalizzata a commettere reati di bancarotta, reati fiscali e reati ambientali. Reati che avrebbero provocato all'Erario un danno di 100 milioni di euro.

Un'associazione a delinquere che vede a capo l'imprenditore di Montesilvano Mauro Mattucci. Con lui a processo il prossimo 17 dicembre finiranno Luca Amicone, Antonio Gentile, Nando Di Luca, Valeria Lighezolo, Marco Mattucci, Giuliano Capurri, Lara Martini, Antonio Cristofanelli, Carla Cameli, Roberta Belfiglio, Piotr Pavel Micolalajczyk, Maurizio Guardiani, Pasquale Ettorre, Roberto Pola, Marco Pola ed Egle Mattucci.

Secondo l'accusa l'organizzazione, che aveva la propria sede a Chieti Scalo, acquisiva aziende quando erano decotte e una volta svuotate dei patrimoni, le vendeva a prestanome compiacenti e le trasferiva all'estero o comunque le abbandonava al proprio destino. Effettuava inoltre cessioni fittizie di beni che venivano documentate mediante emissioni di fatture per operazioni inesistenti, così da generare crediti di imposta altrettanto inesistenti.

Le indagini della Guardia di Finanza di Chieti e dalla Polizia su questa vicenda culminarono a settembre del 2015 con l'emissione di otto ordinanze di custodia cautelare, accertando diverse bancarotte fraudolente, l'emissione di fatture false per 13 milioni di euro, e una evasione fiscale di 6 milioni di euro.

Ieri il gup del tribunale di Chieti ha dichiarato la propria incompetenza territoriale ed ha trasmesso alla Procura di Pescara gli atti del procedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento