Cronaca

Fatture irregolari: truffa da oltre 235 mila euro alla Asl

E' quanto messo su da una cooperativa che provvedeva al trasporto di pazienti verso l'ospedale, fatturando un chilometraggio diverso da quello reale per ottendere maggiori rimborsi. Denunciate due persone

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Chieti hanno denunciato due persone per il reato di truffa: avrebbero incassato indebitamente oltre 235 mila euro dalla Asl di teatina.

Le Fiamme Gialle, al termine di una lunga indagine, hanno accertato l’emissione di fatture irregolari da parte di una cooperativa che, in convenzione con l’Asl di Chieti, provvedeva al trasporto di pazienti dal proprio domicilio al presidio ospedaliero previsto per far eseguire prestazioni sanitarie.

Sulla base della convenzione, è solita rimborsare un forfait per un primo kilometraggio e una maggiorazione sui restanti chilometri percorsi. Approfittando di ciò, la cooperativa segnalata, fatturava un chilometraggio diverso e maggiorato rispetto a quello effettivamente percorso al fine di incassare molti più soldi da parte dell'azienda.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatture irregolari: truffa da oltre 235 mila euro alla Asl

ChietiToday è in caricamento