menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza freddo: alla 'Capanna di Betlemme' in via Ravizza il punto di accoglienza per i senzatetto

In questi giorni la comunità Papa Giovanni XXIII ha moltiplicato il suo impegno nel prendersi cura delle persone senza dimora

L'ondata di gelo siberiano che ha raggiunto anche l'Italia ha fatto scattare l’emergenza freddo. In città la Comunità Papa Giovanni XXIII con la “Capanna di Betlemme” ha moltiplicato il suo abituale impegno nel prendersi cura delle persone senza dimora, in collaborazione con le istituzioni e le associazioni che operano sul campo.

Il punto di accoglienza per le persone senza fissa dimora è in via Gennaro Ravizza 107 a Chieti.

"Oggi più che mai dobbiamo “andare a cercare le persone che non vengono a cercare noi”, come diceva don Oreste Benzi. Quelli che, nonostante tutto, rimangono a dormire per strada; quelli a cui il freddo rischia di arrivare al cuore, gelandolo per sempre. I volontari delle Unità di Strada e delle Mense di Strada della Papa Giovanni li conoscono per nome, uno per uno, perché li incontrano sempre, tutti i giorni dell’anno - spiega Giovanni Paolo Ramonda, presidente di Apg23 - Si prendono cura di loro, li hanno a cuore. E, oggi, la preoccupazione nei loro confronti è ancora maggiore: hanno mangiato? hanno abbastanza coperte per sopravvivere anche a questa notte? L’unico modo per saperlo è andarli a cercare".

Video: Il rifugio degli ultimi

La Comunità Papa Giovanni XXIII promuove anche la campagna Un Pasto al Giorno per restituire dignità agli ultimi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento