rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

L’autopsia conferma: Francesco Ciammaichella è stato ammazzato, ci sono due indagati

Si tratta del vicino di casa e di un'amica. Il 40enne trovato senza vita con una profonda ferita alla testa mercoledì scorso, potrebbe essere stato colpito con una mazza da minigolf

Francesco Ciammaichella è stato ucciso con un colpo alla testa. La conferma arriva dall’autopsia, effettuata ieri pomeriggio nell’ospedale SS. Annunziata da medico legale Christian D’Ovidio (foto).

Il 40enne trovato senza vita con una profonda ferita alla testa mercoledì scorso in un alloggio popolare al civico 41 di via Albanese a Chieti, potrebbe essere stato colpito con una mazza da minigolf, come riferisce il Messaggero Abruzzo. La mazza è stata sequestrata dai carabinieri nell’appartamento dove Ciammaichella viveva da solo.

Il giovane è morto per emorragia cerebrale. Le analisi tossicologiche ora accerteranno anche lo stato della vittima al momento del decesso. 

Le indagini, sin dal primo momento, non avevano escluso la pista dell’omicidio. La Procura di Chieti  ha aperto un’inchiesta. 

Al momento risultano iscritti nel registro degli indagati due vicini di casa di Ciammaichella: un uomo di 47 anni, lo stesso che lanciò l’allarme mercoledì scorso, e una donna di 57, che già poche ore dopo il ritrovamento del corpo senza vita del 40enne erano stati ascoltati dai carabinieri. A quanto si apprende, entrambi erano in buoni rapporti con la vittima.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’autopsia conferma: Francesco Ciammaichella è stato ammazzato, ci sono due indagati

ChietiToday è in caricamento