Francavilla, da lunedì tolleranza zero verso chi abbandona i rifiuti

Controlli in borghese e in divisa, multe a chi sbaglia e, nel caso in cui vengano sorprese ditte ad abbandonare i rifiuti, si rischia anche una denuncia penale

Tolleranza zero nei confronti di chi abbandona incontrollatamente i rifiuti. Da lunedì 24 ottobre partono controlli serrati sullo smaltimento, disposti dall'amministrazione comunale di Francavilla. Come annunciato dal sindaco Antonio Luciani e dall'assessore all'Ambiente Wiliams Marinel: "Il servizio di monitoraggio di comportamenti scorretti viene costantemente eseguito dagli agenti della municipale. Questa volta, però, l'amministrazione comunale ha deciso di mettere a disposizione più uomini impegnati in questo compito, anche grazie alla collaborazione con gli operai della Cosvega, la società che si occupa dello smaltimento dei rifiuti sul territorio di Francavilla. Nonostante la cittadina risponda bene alla raccolta differenziata, che è porta a porta su tutto il territorio comunale e supera il 65 per cento della quantità di rifiuti smaltita, nelle ultime settimane sono stati molteplici i casi di abbandono incontrollato dei rifiuti lungo le strade, ovviamente indifferenziati".

Le zone più critiche sono quelle più isolate, le vie secondarie e le sponde dei fiumi. "Per questo motivo, dopo aver installato sul territorio comunale due fototrappole in grado di intercettare comportamenti scorretti ed eventuali responsabili, e grazie alle quali gli agenti della municipale stanno esaminando a pochi giorni dall'installazione più di 6000 fotogrammi -spiega l'assessore Marinelli - bbiamo deciso di intensificare il personale fisicamente presente sul territorio".

Controlli in borghese e in divisa, multe a chi sbaglia e, nel caso in cui vengano sorprese ditte ad abbandonare i rifiuti, si rischia anche una denuncia penale. Da una prima verifica di episodi avvenuti nelle scorse settimane, sembra che a lasciare in terra buste indifferenziate siano spesso cittadini provenienti da paesi limitrofi, che gettano nel posto meno opportuno e vanno via. "Questa città - conclude il primo cittadino Luciani - grazie al duro lavoro degli ultimi anni ora inizia a distinguersi per comportamenti virtuosi e rispetto dell'ambiente. Differenziata, isole ecologiche,casette dell'acqua, mobilità sostenibile, piste ciclabili. Ce la stiamo mettendo tutta affinché il nostro sia un luogo decoroso e pulito in cui vivere, che guardi al futuro con l'obiettivo di diventare un modello di ecosostenibilità. Vigileremo affinché questo standard qualitativo venga mantenuto ed aumentato, condannando al contrario chi finge di dimenticare che la cosa pubblica è cosa di tutti".

Sul territorio comunale di Francavilla ci sono cinque isole ecologiche. Di queste, quattro sono automatizzate (Pretaro, Valle Anzuca, Piazza Adriatico e Piazza Angeli Custodi) e quindi aperte h24, ed una è dotata di operatori ecologici, e si trova nei pressi dello stadio Valle Anzuca, aperta tutti i giorni dalle 7.30 alle 9.30 e dalle 17.00 alle 19.00. Si possono conferire tutti i rifiuti differenziati: carta, plastica e metalli, vetro, organico, residuo non riciclabile. In aggiunta possono essere conferiti anche  altri rifiuti quali pile, farmaci, piccoli ingombranti e RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento