menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo Chieti, Francavilla: niente botti fino al 7 gennaio

I trasgressori rischiano una sanzione amministrativa fino a 500 euro. Anche il Comune di Fossacesia, per rispetto di cittadini e animali, ha disposto il divieto assoluto di botti

Un'ordinanza del sindaco di Francavilla al Mare ha vietato l’accensione, il lancio, lo sparo e comunque l’utilizzo di materiale pirotecnico sull’intero territorio comunale dalle ore 8 di giovedì 24 dicembre 2015 alle ore 24 di giovedì 7 gennaio 2016. Il provvedimento è stato firmato martedì 22 dicembre dal sindaco Antonio Luciani: “Si tratta di un atto di elevato senso civico, - spiega -  volto a tutelare l’incolumità pubblica nonché la sicurezza urbana ai fini del rispetto delle norme che regolano la convivenza civile. L’uso di materiale pirico ripetuto e continuativo nel tempo per tutto il periodo delle festività natalizie, infatti determina forte stress ad anziani, bambini e soggetti cardiopatici, così come serie conseguenze negative anche a carico degli animali domestici, in quanto il rumore dei botti ingenera in loro una evidente reazione di spavento. Oltre che potenziali pericoli per il patrimonio pubblico e privato”.

Le violazioni all’ordinanza comportano, a carico dei trasgressori, una sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 500 euro, il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato e, ove il fatto assuma rilievo penale, la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Anche a Fossacesia è stato disposto il divieto assoluto di botti e di qualsivoglia materiale esplodente nelle aree pubbliche fino al 7 gennaio 2016. Un provvedimento nato dalla volontà di tutelare l’incolumità di tutti i cittadini e degli animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento