Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Francavilla al Mare

Francavilla al mare, la differenziata decolla: a gennaio superato il 64%

La Cosvega: riducendo ancor di più la quantità portata in discarica e facendo il compostaggio domestico si possono ridurre i costi di altri 200.000 euro

Parte bene il 2013 a Francavilla sul fronte differenziata:  nel mese di gennaio, infatti, la raccolta totale ha superato il 64%, percentuale più alta mai raggiunta dalla città.

“Ciò significa che circa 2/3 dei rifiuti sono stati sottratti alla discarica – spiega il sindaco Antonio Luciani -  questo importante obiettivo è stato raggiunto grazie all’impegno di tutta la cittadinanza, più attenta all’ambiente e alla raccolta differenziata, e premia anche l’impegno profuso dall’amministrazione comunale e dalla Cosvega nelle azioni di sensibilizzazione svolte verso l’utenza, con particolare riguardo agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado”.

I DATI L’organico ha mantenuto il trend degli ultimi mesi del 2012 con una raccolta pari a 273.000 Kg. La raccolta di carta e cartone è passata dai circa 110.000 Kg di media nell’ultimo trimestre del 2012 a quasi 122.000 Kg di gennaio 2013, con un incremento di circa l’11%. Il vetro è passato da una media di circa 51.640 Kg dell’ultimo trimestre 2012 ad un totale di oltre 79.500 Kg di gennaio 2013. Il multimateriale a gennaio 2013 ha fatto registrare un ottimo risultato per un totale di 46.770 Kg. L

Il residuo non riciclabile è passato da una media di circa 376.000 Kg del trimestre ottobre–dicembre del 2012 ad una riduzione fino a 339.240 Kg di gennaio 2013. 

“Per scongiurare futuri aumenti – spiega la Cosvega - dobbiamo ancor di più ridurre la quantità di indifferenziato: si è stimato, infatti, che facendo meglio la raccolta differenziata, cioè riducendo ancor di più la quantità portata in discarica e facendo il compostaggio domestico, possiamo ridurre i costi di altri 200.000 euro”.

“La nuova Tarsu, chiamata Tares – fa presente Luciani - stabilisce che siano i cittadini pagare per intero i costi di smaltimento, cosa che adesso non accade grazie al contributo economico del Comune. Discariche abusive, sia di rifiuti pericolosi che non pericolosi, e comportamenti scorretti diventano dunque un costo enorme che ricadrà sulle tasche di tutti i cittadini, anche di quelli virtuosi, oltre a danneggiare l’ambiente”.

Il Comune di Francavilla ha istituito due isole ecologiche, una presso il cimitero di contrada Piane aperta tutti i giorni dalle 8 alle 17 e l’altra presso lo stadio di Valle Anzuca, aperta tutti i giorni dalle 7.30 alle 9.30 e dalle 17.00 alle 19.00.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francavilla al mare, la differenziata decolla: a gennaio superato il 64%

ChietiToday è in caricamento