menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frana palazzo d'Avalos, dopo un mese ancora tutto fermo

Febbo: "Dalla Regione attendiamo ancora risorse e interventi". Nei giorni scorsi la minoranza al Comune aveva chiesto un sopralluogo

"Dopo circa un mese dalla frana della balconata di Palazzo D’Avalos è ancora tutto fermo al palo, non si riesce a capire l’ammontare del finanziamento promesso (€ 700,000) solo a parole, e ancora più grave, ad oggi, non risulta nessun atto ufficiale (delibera  e/o determina) da parte della Regione Abruzzo dove si possa evincere da quale programmazione attingere i fondi" a dirlo è il consigliere regionale Mauro Febbo, che fa notare che per altri interventi urgenti e indifferibili, come la frana a Villa Celiera, sono state trovate quantomeno indicazioni specifiche.

“Dal 24 gennaio scorso, giorno della frana, è stata prodotta solo una fumosa, osannata dal Sindaco Lapenna, delibera di Giunta n.54 del 27 gennaio - commenta Febbo - nella quale si evidenzia soltanto la gravità della situazione, il valore artistico e storico del Palazzo D’Avalos senza prevedere nemmeno un euro di stanziamento relativo all’emergenza che ha colpito la città di Vasto. E’ incomprensibile – continua il consigliere regionale di Forza Italia – che la triste vicenda non sia stata ancora delineata, soprattutto in termini finanziari, ed è necessario cercare di capire se possono essere accelerate le procedure".

La minoranza vastese al Comune nei giorni scorsi aveva chiesto un sopralluogo per verificare danni subiti ed eventuale stato dei lavori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento