Fotografo scomparso: 4 elicotteri e 50 uomini spiegati ma D'Ettorre non si trova

Da sabato cinquanta uomini sono impegnati nelle ricerche di Valerio D'Ettorre. Il fotografo di Chieti è stato avvistato l'ultima volta martedì 6 ottobre al Bivacco Fusco, di lui non si hanno notizie dal 3 ottobre

i mezzi per le ricerche (foto rifugio Pomilio)

Proseguono senza sosta le ricerche di Valerio D’Ettorre sulla Majelletta, dove il fotografo teatino è stato avvistato per l’ultima volta una settimana fa, precisamente nei pressi del Bivacco Fusco.

Da sabato cinquanta uomini sono impegnati nelle ricerche che al momento non hanno portato alcuna novità. Quattro elicotteri di polizia, finanza, forestale e vigili del fuoco stanno sorvolando la cima delle Murelle (2598 m) e il monte Focalone (2676 m), mentre gli uomini del Cnsas, grazie alle condizioni meteo favorevoli di oggi (lunedì 12 ottobre) sono impegnati a nelle Forre di Selva Romana. Le squadre hanno perlustrato tutti i rifugi della Majella, prima di imbattersi nei sentieri più impervi del massiccio.

Che D’Ettorre, dopo la recente scomparsa della madre e la perdita del lavoro come fotografo del Tempo (l’edizione abruzzese è chiusa da quasi un anno) abbia deciso repentinamente di cambiare vita e andare via da Chieti è mistero, ma è l’ipotesi a cui a questo punto tutti i parenti e gli amici anelano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

Torna su
ChietiToday è in caricamento