rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Transfobia e rispetto, parte con un esperimento il corso di Sociologia del genere alla d'Annunzio

Un esperimento a sorpresa a metà tra performance teatrale e flash mob martedì ha dato il via al nuovo corso di Sociologia del genere e della sessualità tenuto dalla docente Mara Maretti. L'università di Chieti si allinea agli standard europei in materia di gender studies

Non poteva partire con un esempio più calzante il nuovo corso di Sociologia del genere e della sessualità all’università d'Annunzio di Chieti. Ieri mattina alla prima lezione della docente Mara Maretti nell’Aula B, i ragazzi dei collettivi Le Antigoni e La Mala Educacion, Simone Matina e Anna De Medio, già organizzatori della Primavera queer, e gli attori  Massimiliano Elia e Veronica Pellegrini di Cisc (associazione per la promozione dei diritti umani), hanno dato vita a un inconsueto happening a metà tra performance teatrale e flash mob.

LA PERFORMANCE- Nell’aula stracolma di studenti in attesa dell’inizio della lezione, Simone e Anna sono entrati allegri facendo volantinaggio per un evento fittizio, attirando volutamente l'attenzione su di loro: lui abbigliato provocatoriamente in corpetto e tubino, lei con un paio di baffi dipinti sul viso. Gli attori, seduti tra gli studenti, hanno simulato una dura aggressione verbale nei confronti dei ragazzi a sfondo prettamente transfobico e omofobico usando modi forti ed esasperati, tuttavia non molto distanti da ciò che può accadere nella vita di tutti i giorni.

La performance è stata così credibile da aver suscitato reazioni di sdegno da parte degli altri studenti, pronti ad intervenire in difesa dei ragazzi de La Mala educacion. “E' stato interessante, come esperimento sociologico, vedere le reazioni degli studenti - ha commentato la docente del corso e sociologa Mara Maretti – tra di loro ho potuto riscontrare un’ottima risposta partecipativa e un grande coinvolgimento rispetto alle tematiche di genere e rispetto dei diritti. Ringrazio i ragazzi che hanno collaborato gratuitamente alla realizzazione della performance". 

GENDER STUDIES - Con il corso di Sociologia del genere e della sessualità, inserito nel corso di laurea in Sociologia e Criminologia, l’università di Chieti si allinea agli standard europei in materia di gender studies. Il corso affronterà tematiche quali le variazioni della differenziazione sessuale (intersex), violenza di genere (in collaborazione la rete dei centri antiviolenza abruzzesi), prostituzione e tratta delle persone (in collaborazione con On the road Onlus), femminismi e trasformazioni della femminilità e della mascolinità (in collaborazione con l'associazione Intersexioni).
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Transfobia e rispetto, parte con un esperimento il corso di Sociologia del genere alla d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento