Coronavirus, la Fiom Cgil chiede di verificare il rispetto delle regole sul trasporto urbano

Il sindacato vuole tutelare la sicurezza dei lavoratori che ogni giorno si muovono verso la zona industriale del chietino, anche dalle regioni limitrofe

Qualche giorno fa, era stato il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, a sollevare l'attenzione sulla sicurezza dei lavoratori che, nel tragitto casa-lavoro, viaggano sui mezzi senza alcun presidio di protezione e senza alcun rispetto della distanza di sicurezza. Il primo cittadino aveva scritto al premier Giuseppe Conte per chiedere una presa di posizione sul problema

Ora, è la Fiom Cgil Chieti a invocare un intervento sui mezzi di trasporto pubblici regionali. Il segretario generale Alfredo Fegatelli, infatti, ha scritto alla Asl, all'Asrem (Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro), ai comandi provinciali dei carabinieri di Chieti e Campobasso, ai presidenti delle Regioni Abruzzo e Molise, Marco Marsilio e Donato Toma, e ai prefetti di Chieti e Campobasso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel documento, chiede un "intervento per verificare il rispetto delle norme in oggetto volte a prevenire il contagio da Covid 19 sugli autobus del servizio pubblico in partenza da e verso le zone industriali della provincia di Chieti, utilizzati dai lavoratori per il raggiungimento dei rispettivi luoghi di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento