rotate-mobile
Cronaca Centro Storico

"Fiocchi di memoria", un nastro per ogni luogo della tragedia

Inziativa all'alba del 27 gennaio dei Giovani Democratici che hanno apposto un nastro nei luoghi di Chieti storicamente interessati dalla tragedia dell'Olocausto

Nastri di colore celeste e giallo nei luoghi di Chieti storicamente interessati dalla tragedia dell'olocausto e vicino alle scuole del centro. E’ l’iniziativa dei Giovani Democratici Chieti che all’alba del 27 gennaio si sono ritrovati per apporre i ‘fiocchi della memoria’.

 “Abbiamo scelto luoghi come Principessa di Piemonte, che ospitò alcuni internati rastrellati in zona finiti poi in Germania, o la lapide del Palazzo Massangioli, che ospitò gli ultimi giorni della Principessa Mafalda – spiega il segretario dei GD Gianluca Malandra -  ma anche sulla lapide dei teatini della banda Palombaro vicino alla Provincia”.

Un gesto per richiamare i più giovani a riflettere. “ Le persone che vogliamo ricordare, anche di Chieti,  non furono semplici ‘vittime civili della guerra’ ma vennero sistematicamente perseguitate dai nazifascisti – aggiunge Malandra -  da quei fanatici e criminali esponenti di una ideologia disumana e di sola morte che trovarono una sponda negli odiosi pregiudizi della gente comune e nell'indifferenza troppi. La loro tragedia è un vero e proprio monumento contro l'indifferenza”.

Oltre a Malandra all’iniziativa hanno partecipato anche Giampiero Riccardo, Mattia De Gregorio ed Emilio Spinozzi.
 

Fiocchi di memoria Chieti 27 gennaio 2016

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fiocchi di memoria", un nastro per ogni luogo della tragedia

ChietiToday è in caricamento