menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si finge un corriere per chiedere soldi agli anziani, ennesimo tentativo di truffa in centro città

L'ultimo episodio è stato denunciato dall'assessore comunale Colantonio, che ha raccontato di un uomo sui 40 anni che, spiegando di dover restituire rimborsi di bollette pagate in eccesso, chiede 20 euro

L’ultima volta si erano finti carabinieri. Ora, i truffatori ne hanno ideata un’altra e hanno cercato di colpire sempre nel centro città. L’allarme è stato lanciato dall’assessore del Comune di Chieti Mario Colantonio, per mettere in guardia i più anziani da malintenzionati che cercano di sottrarre loro denaro.

L’ultimo episodio, che risale a ieri, ha visto protagonista un uomo sui 40 anni, di altezza normale e ben vestito, che si sarebbe spacciato per un corriere privato. Probabilmente, il truffatore ha osservato con attenzione prima di colpire, perché citofona con precisone a persone anziane. 

Nel tentativo di carpire la loro fiducia, sostiene di dover consegnare rimborsi per bollette pagate in eccesso, previo pagamento di 20 euro. Spiega questa versione al citofono, riesce a farsi aprire il portone e nel giro di poco si para davanti alla porta di casa. 

Secondo le testimonianze, il malfattore è alto circa 1 metro e 70, ha capelli molto corti e brizzolati. Si presenta con un falso cartellino identificativo e tiene in mano una presunta corrispondenza da consegnare. 

Le forze dell’ordine sono state avvisate, ma, come sempre, è necessario avvisare i più anziani, facili prede di persone senza scrupoli in cerca di denaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento